Vai ai contenuti

Menu principale:

Cuirone

Restauro Forni


RESTAURO DEL FORNO

       DI CUIRONE

Il forno a legna di Via San Materno a Cuirone è uno degli ultimi antichi forni per la cottura del pane esistenti nel territorio di Vergiate. E’ stato costruito all’inizio del XIX sec. su un fondo posseduto dal Conte Cesare Castelbarco, feudatario di Cuirone e passato successivamente di proprietà al Conte Giovanni Melzi nel 1810; alcuni interventi di manutenzione sono stati eseguiti in epoche successive.

Il forno è situato all’interno di un edificio in muratura coperto da un tetto in materiale ligneo con coppi in cotto; sopra la bocca del forno ricavata in una lastra in pietra, a forma pentagonale, si eleva una cappa in serizzo locale e una canna fumaria con un comignolo in mattoni costruito sul colmo della copertura. I fabbricato e’ provvisto a settentrione di una porta in legno sulla pubblica via e di due finestre laterali (quella situata ad est e’ stata chiusa in passato).
Il fabbricato per circa la metà è occupato dal forno propriamente detto, mentre la parte anteriore è attrezzata per sorreggere, su apposite mensole di legno, le tavole che accolgono le forme di pane prima della cottura. Sulla sinistra ci sono spazi per le fascine e per gli attrezzi; sulla destra è stata ricavata nel pavimento una piccola vasca per la pulizia del forno.
L’antico forno di Cuirone trae origine dalla necessità che, sin dai tempi remoti, le famiglie avevano di panificare periodicamente con minore dispendio possibile di risorse di lavoro e combustibile. Ecco allora la necessità di disporre di un forno comunitario che a rotazione serviva a più famiglie del borgo.
La parte vera e propria del forno è costruita a forma di cupola la cui volta interna e il piano di cottura circolare (diametro mt. 2, altezza camera mt. 0,65) sono ricoperti da mattoni refrattari. La parte superiore della cupola, oltre al refrattario, è rivestita da una muratura in pietra legata con calce. Sopra la cupola e sotto il piano si trova un notevole spessore di sabbia finissima e terra refrattaria per coibentare meglio il forno di cottura. La struttura si presenta a forma di parallelepipedo i cui muri perimetrali lo circondano per tre lati. Due condotti per l’evacuazione dei fumi si dipartono dall’interno della volta del forno sino alla base della canna fumaria. Davanti alla bocca del forno è inserito uno sportello apribile in ferro.


Dopo il restauro dell'antico forno, i volontari di Cuirone hanno coinvolta la cittadinanza nella "Festa del Pane" iniziativa ben riuscita che annualmente si ripete insieme ad altre iniziative che vedono il forno con i fornai e i produttori di grano impegnati ad offrire pani profumati dall'antico sapore.

Torna ai contenuti | Torna al menu